Una generosa Riozzese si deve arrendere all’Orobica. 3-0 il finale

COLOGNO AL SERIO (BG) – La Riozzese ci ha provato, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Le rosanero tornano dalla trasferta bergamasca con zero punti, ma con la convinzione che qualcosa in più si potesse fare. I presupposti per la sfida non sono dei migliori; la Riozzese si presenta a questo match con parecchie assenze. Le ultime ad aggiungersi a questa lista sono le infortunate Mauri e Ubbiali. In aggiunta l’Orobica arriva da una striscia da cinque vittorie consecutive.
Malgrado ciò le rosanero approcciano bene il match e concedono poco alle avversarie. La prima emozione della gara arriva al 16’ con il tiro dalla distanza di Barcella, che termina però alto sopra la traversa. Qualche minuto è ancora Barcella a rendersi pericolosa, con un calcio di punizione dallo spigolo sinistro dell’area di rigore. La sua conclusione è però bloccata senza affanni da Vignati. Le orobiche non riescono ad incidere e le rosanero prendono coraggio, facendosi vedere più spesso dalle parti di Lonni. Al 29’ ci prova Troiano, ma il tiro è troppo debole ed è bloccato dall’estremo difensore bergamasco. Un minuto dopo Mister Angelillo è costretto ad eseguire un cambio: fuori Varone (toccata duro da un avversaria), dentro Napoletano e passaggio al 4-4-2 con la coppia offensiva Montuoro – Troiano. La Riozzese prova a pungere con le incursioni sulla fascia destra di Edoci. Al 41’ grossa chance per le rosanero: il tiro di controbalzo di Troiano sfiora l’incrocio dei pali prima di finire sul fondo. Il primo tempo sembra destinato a concludersi sullo 0-0, ma al 47’ arriva inaspettato il vantaggio bergamasco. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la difesa rosanero si perde Massussi, che di testa mette la palla sul palo più lontano non lasciando scampo a Vignati.

Brutto colpo per la Riozzese, che aveva giocato un buon primo tempo. Le rosanero però non si fanno abbattere e dopo dieci minuti della ripresa vanno vicinissime al pareggio. Troiano riceve palla in area e nonostante sia pressata anticipa l’uscita di Lonni con un pallonetto. La palla si stampa incredibilmente sulla traversa e Montuoro prova a ribadirla in rete di testa. Durissimo lo scontro testa contro testa con Zamboni. Ad avere la peggio è l’attaccante rosanero, con un profondo taglio all’arcata sopraccigliare destra. Montuoro è costretta al ricovero in ospedale ed il gioco rimane fermo per una decina di minuti. Superato lo schock le rosanero sfiorano nuovamente il goal con la bella punizione di Troiano respinta con qualche apprensione da Lonni. Al 74’ Luana Merli pareggia il conto delle traverse. La Riozzese ha il pregio di rimanere in partita e cerca in tutti i modi la via del pareggio, non riuscendoci. Al 95’ assist di Cristina Merlina per Fodri, che supera in uscita Vignati. E’ il goal che taglia le gambe alle rosanero. Quattro minuti dopo arriva il tris bergamasco col tiro di Cristina Merli, che sbatte prima sul palo e poi su Vignati e finisce in rete.

Dopo undici minuti di recupero l’arbitro decreta la fine delle ostilità. Risultato troppo severo per quanto visto in campo, ma adesso bisogna cercare di chiudere al meglio l’anno con la gara in programma sabato contro il Padova.

Nella foto Martina Montuoro, protagonista di un brutto infortunio alla testa ad inizio ripresa

Matteo Conca 

Addetto Stampa