La Riozzese mastica amaro contro la Torres. 2-2 pieno di rimpianti per le rosanero

Riozzo (MI) – Per come si era messa è andata anche bene. Finisce 2-2 fra Riozzese e Sassari Torrese, con le rosanero che masticano amaro. Infatti un black out nel secondo tempo rischiava di regalare la vittoria alle sarde, ma a mettere le cose a posto ci ha pensato la punizione di Grumelli.

Avversario tosto e di lunga tradizione, per il debutto casalingo delle rosanero. La Riozzese, tuttavia non si fa intimidire ed incomincia bene la gara. Anche se la prima occasione pericolosa è di marca sassarese. Al 15’ calcio di punizione di Razzoli che pesca in area Di Mirino. Il difensore centrale sarda stacca di testa, ma Carbotti si fa trovare attenta e para. Tre minuti dopo è ancora la Sassari Torres a rendersi pericolosa; scambio fra Ladu e Risina con quest’ultima che da dentro l’area di rigore prova la conclusione. Carbotti risponde nuovamente presente e l’occasione. Le rosanero non stanno a guardare, anzi. Riescono aimbastire delle azioni pericolose, ma al momento clou non riescono ad impensierire Porcheddu. Tutto questo fino al 27’. L’azione si sviluppa sulla sinistra, con Grumelli che crossa in area. Troiano colpisce di testa ed indirizza verso la porta di Porcheddu. Sulla traiettoria s’infila Ubbiali che anch’essa di testa mette in rete il vantaggio rosanero. Il goal da morale alla Riozzese che controlla la gara senza affanni. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1-0. La ripresa incomincia bene per le rosanero; il match segue la falsa riga della seconda parte del primo tempo, con la Torres che non riesce a rendersi pericolose. Troiano avrebbe sui piedi la palla del 2-0, ma calcio debolmente consentendo la parata al portiere ospite. Del tutto inaspettato arriva al 68’ la rete del pareggio sardo. Palla recuperata a metà campo da Monti, che serve Ladu in profondità. La sua conclusione è respinta da Carbotti, ma sulla ribattuta il pallone è preda di Grassino che non lascia scampo al portiere rosanero e fa 1-1. Il goal carica a molla le sarde. Passano neanche tre minuti è la gara si ribalta. Lancio lungo da Marta Mannoni, che pesca sul filo del fuorigioco Ladu. L’attaccante sarda con un pallonetto d’esterno destro fa secca Carbotti ed è 1-2. La Riozzese parte subito alla ricerca del pari e pochi minuti dopo lo raggiunge. Punizione (da circa 30 metri) calciata magistralmente da Grumelli. Il suo tiro mancino finisce sotto la traversa non lasciando scampo a Porcheddu. Nei restanti minuti entrambe le squadre provano a vincere la gara, ma il risultato non cambia più. A fine gara mastica amaro il tecnico rosanero che ammette: “ Per l’andamento della gara sono due punti buttati. Eravamo in pieno controllo della gara e abbiamo avuto questo black out che poteva costarci carissimo. Per fortuna siamo riusciti a raddrizzare le cose.” Adesso si prospetta un lungo riposo per le rosanero. Infatti complice anche il turno di riposo, le rosanero torneranno in campo il 5 di Novembre in trasferta contro l’Atletico Oristano.

Nella foto Federica Ubbiali, autrice del vantaggio rosanero.

Matteo Conca

Addetto Stampa